La zucca: origini di un ortaggio unico

La zucca è un ortaggio facente parte della famiglia delle cucurbitacee (come cocomeri, cetrioli, meloni) e ha origini antichissime. La zucca viene facilmente associata, anche per il suo colore arancione caldo, all’autunno e alle foglie che cadono dagli alberi con i primi freddi, alle serate in casa, alla ormai famosa festa di Halloween -nata in Inghilterra ma ormai diventata anche di nostra tradizione- quando adulti e bambini si divertono a intagliare le zucche con le forme più singolari.

Con la sua forma così unica e bitorzoluta, la zucca – fin dai primi tempi in cui venne importata nel nostro continente, successivamente alla colonizzazione dell’America – venne utilizzata sia come ingrediente culinario che come contenitore. Infatti, forse non tutti sanno che, di zucca esistono numerose varietà, ognuna con un suo specifica caratteristica. Ecco perché, il suo utilizzo poteva essere anche esclusivamente ornamentale – vaso, ciotola, oggetto ornamentale e addirittura impiegata per creare strumenti musicali.

La zucca in cucina: le varietà della regina dell’autunno

Che sia gialla, arancio vivo o verde, che sia liscia, bitorzoluta o costoluta una cosa è innegabile: la zucca è la regina dell’autunno e chi ama quel suo gusto un po’ dolciastro e a sua polpa morbida e pastosa potrà gioire perché si presta a davvero molte e gustosissime preparazioni diverse (sia dolci che salate). Parlando degli usi in cucina è importante sapere che non tutte le zucche si prestano ad usi culinari.

Le varietà migliori da utilizzare nelle nostre ricette sono la zucca Mantovana (forma leggermente schiacciata, buccia dura, verde e poco liscia, con polpa compatta e pastosa e dal colore arancio acceso), la zucca di Chioggia ( che addirittura acquisisce maggiore dolcezza nel sapore se conservata per alcuni mesi ), zucca a polpa rossa o Moscata di Provenza ( di origine sud-americana e di cui vengono soprattutto utilizzati i semi per essere tostati, la zucca butter-nut ( dal sapore dolce come una nocciola fresca), la zucca legenaria o zucca-serpente ( tipica della Sicilia dalla forma allungata e dalla buccia verde).

Le ricette che possono realizzarsi con la polpa della zucca sono davvero numerose: è ottima per preparare vellutate e zuppe, è perfetta come condimento per risotti e pasta, e si presta come ingrediente da combinare con cioccolato, cannella e mele per muffin , crostate , ciambelle e biscotti. Oppure, cotta al vapore, in forno o in padella, è ottima anche da gustare da sola, come contorno: condita con olio di oliva, sale e rosmarino sarà perfetta per accompagnare i vostri piatti.

Le proprietà nutritive della zucca

La zucca è ha varie proprietà nutritive, prima fra tutti il suo essere un alimento ipocalorico, con solo 18 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Questo dipende dalla grande quantità di acqua di cui è composto l’ortaggio: circa il 94%. Il suo colore arancio intenso ci fa intuire il suo altissimo contenuto di carotene e vitamina A, vitamina C, potassio, fosforo, magnesio e potassio: minerali utilissimi per il nostro organismo.

Utilizzata anche in ambito fitoterapico, la zucca ha importanti funzioni antibatteriche, lenitive, rinfrescanti e diuretiche.

Utilizzate la zucca nelle vostre cucine, ne verrete premiati.

Pin It on Pinterest

Share This