Il Cioccolato: la sua storia e le sue varietà da Antonini

Antonini e il cioccolato

Da Antonini il cioccolato è una varietà fondamentale nelle nostre ricette e nella nostra offerta di delizie gourmet. Tra i nostri dolci, a partire dalla piccola pasticceria e dai lieviti che offriamo ai nostri clienti ogni mattina a colazione, troverete sempre la presenza del cioccolato, sia al latte che fondente. I nostri cornetti, presenti con 30 differenti tipologie, hanno al loro interno farciture con crema al cioccolato al latte e fondente, come anche i krapfen e i bignè per i più golosi.

Il cacao che utilizziamo per creare le nostre creme,  è di altissima qualità, proveniente da aziende selezionate, che usano materie prime eccezionali. Seguiamo ogni fase della produzione con amore e attenzione per creare nei nostri laboratori e grazie ai nostri mastri pasticceri quelle torte e quella pasticceria (mignon e tradizionale) che moltissimi romani riconoscono come la migliore, e non solo a Prati. La nostra torta “Cannonata”, infatti, è simbolo di una tradizione pasticcera vera, gustosa e di qualità: non a caso la nostra pasticceria – con mignon, torte e pastarelle- è stata selezionata per essere presente nella sede di Eataly in Piazzale XII Ottobre 1492.

Noi di Antonini conosciamo il gusto dei nostri clienti, che vengono nella nostra bella sede di Via Sabotino da decenni. Il cioccolato è un ingrediente onnipresente: le nostre selezioni di cioccolatini sono famose, presentate in eleganti confezioni, personalizzate su richiesta dei nostri clienti, adatte per ogni occasione e perfette per regalare e regalarsi un momento di dolcezza e bontà. La varietà delle nostre creazioni di cioccolatini sono una opzione perfetta come regalo di compleanno, o per festeggiare un anniversario romantico.

Il cacao: la sua scoperta rivoluzionaria

Il cacao ha rivoluzionato la storia del gusto, fin dalla sua scoperta da parte degli Europei nel 1502 circa, quando Cristoforo Colombo – durante il suo quarto viaggio nelle Americhe – tocca le coste dell’Honduras e scopre le popolazioni locali che facevano uso di una bevanda ottenuta da una pianta chiamata “Theobroma cacao”, o anche “kakaw”.

Fu quella l’epoca in cui il cacao arrivò in Europa, e furono gli Spagnoli (tramite Hernand Cortez) i primi a diffonderne l’uso e il consumo, soprattutto tra le élite della aristocrazia iberica. I monaci spagnoli, poi, fecero il resto: aggiunsero zucchero e vaniglia, e resero dolce una bevanda che nasceva amara e piccante. La pasticceria da quel momento incontrò un ingrediente rivoluzionario.

Olandesi, italiani, svizzeri e inglesi, nell’arco dei secoli successivi, ne raffinarono la produzione tanto da farne diventare un settore industriale di ampia produzione e vasta vendita. Fu il Belgio nel 1900 a creare la prima barretta con le attuali dimensioni e peso: 30/45 grammi di bontà in formato rettangolare.

La Storia, tuttavia, parla della presenza della pianta del cacao già 6000 anni fa, nella regione del Rio delle Amazzoni, in America Latina. I primi coltivatori furono i Maya, nel 1000 a.c., nelle terre dello Yucatàn, del Chapas, e la costa pacifica del Guatemala. Seguirono gli Atzechi che diedero alla pianta del cacao una valenza sacra, quasi divina : il cacao era il cibo degli dèi.

Il cioccolato e le sue proprietà benefiche

Già gli speziali spagnoli e francesi parlavano delle proprietà benefiche della fava di cacao e del cioccolato, attribuendogli capacità curative e farmacologiche. Le proprietà energetiche e rivitalizzanti del cioccolato erano già ben note alle popolazioni dell’America Latina, e gli Spagnoli ne trassero ispirazione: la bevanda amara era un piacere per pochi ma altamente apprezzata e noi di Antonini lo sappiamo bene.

Le proprietà terapeutiche del cioccolato (soprattutto nella sua versione fondente, con almeno il 70% di cacao) sono numerose. Il cioccolato, infatti, contiene flavonoidi, sostanze cardio-protettive capaci di impedire l’ossidazione del colesterolo cattivo (LDL) da parte dei radicali liberi. I flavonoidi regolano inoltre il tono vascolare, intervenendo sull’aumento di pressione sanguigna.Il cacao è anche ricco di magnesio ( 80 mg per 100 grammi di cioccolato fondente), fondamentale per chi soffre di pressione bassa e per gli sportivi, che con il consumo di cioccolato diminuiscono gli attacchi di crampi muscolari. E’ inoltre ricco di ferro, adatto quindi a soggetti anemici.
Ben note inoltre le proprietà antidepressive del cioccolato: stimola infatti la secrezione di endorfine, sostanze che influiscono sul nostro umore regalandoci una maggiore sensazione di benessere e da Antonini prendere un dolce al cioccolato può sempre aiutare a rendere migliore la vostra giornata.

Sapremo sempre come soddisfare i tuoi desideri. Veniteci a trovare a Prati, a due passi da Piazza Mazzini, per gustare un gelato, magari al cioccolato e dare alla vostra giornata un diverso sapore.

Pin It on Pinterest

Share This