Le Chiacchiere, tipiche dell’antica tradizione romana, sono dolci a base di farina e uova che venivano fritti nel grasso di maiale, preparati per le donne romane durante la festività dei Saturnali. Si preparavano in grosse quantità per durare nei giorni di Quaresima a venire.
La tradizione dei frictilia arriva ai nostri giorni modificando di pochi elementi la ricetta originale, infatti e raro trovare questi dolci nello strutto ma più semplice da trovare fritti nell’olio o cotti al forno.

La leggenda Napoletana vuole invece che le Chiacchiere siano nate da una lunga conversazione della Regina Savoia con i suoi ospiti che venne interrotta a un tratto dalla sua fame improvvisa.Per questo ordinò al cuoco di preparare un dolce per quell’occasione e per soddisfare lei e i suoi ospiti, così il cuoco creò queste prelibatezze che per l’occasione vennero chiamate “chiacchiere”.

Altro dolce carnevalesco sono le castagnole e sono tradizione culinaria di varie regioni italiane: Lazio, Liguria, Marche, Emilia-Romagna e Veneto. La ricetta è di sicuro antica in quanto è stata ritrovata nell’archivio di Viterbo un volume del Settecento con la descrizione di ben quattro ricette delle castagnole. Questa dolce ricette prevede l’utilizzo di uova, farina, zucchero e burro.
Le varianti sono: cottura in olio bollente o cottura al forno; ripiene di panna, crema o del tutto semplici; ricoperte di zucchero o di miele.

Pin It on Pinterest

Share This